Celebrazione pasquale per il Serra Club

https://youtu.be/mQmDB7ibE4g

vescovo serraCOGORNO – Addentrarsi nel mistero della morte e resurrezione di Cristo significa trovare spazi e modi per fermarsi e meditare la Parola di Dio. L’invito, valido per tutti, è stato formulato dal Vescovo Alberto Tanasini, in occasione della celebrazione in preparazione alla Pasqua, presieduta al Villaggio del Ragazzo per i membri del Serra Club della Diocesi di Chiavari. Occorre fare in modo, soprattutto in questi giorni, che non prevalga la routine quotidiana. E partendo dalla liturgia del Lunedì santo, il Vescovo ha formulato una riflessione incentrata sulla figura del servo che compare nel libro del profeta Isaia, ponendo in luce la differenza fra compiere un servizio ed essere servi, ovvero fare propria l’identità dell’obbedienza; un servire che si concretizza nella misericordia Commentando dal vangelo l’atteggiamento di Maria, che unge i piedi del Signore con preziosi profumi, mons. Tanasini ha ribadito l’invito iniziale ad addentrarsi nel misero della morte di Cristo, con sentimento spinto dalla fede, e, commentando il giudizio di Giuda, “meglio sarebbe stato dare quel denaro ai poveri”, ha aggiunto.

Potrebbero interessarti anche...