Il ricordo del Card. Dionigi Tettamanzi

TETTAMANZIDIOCESI – La Chiesa Italiana piange la scomparsa del Card. Dionigi Tettamanzi, arcivescovo di Milano dal 2002 al 2011, morto in Brianza all’eta’ di 83 anni, dopo una lunga malattia. “Figlio tra i più illustri e pastore tra i più amabili” ha scritto in un messaggio Papa Francesco che lo ha ricordato “con gratitudine per l’intensa opera culturale e pastorale profusa”. Una esistenza “feconda” riletta da Francesco come testimonianza gioiosa del Vangelo. L’ultima uscita pubblica lo scorso 25 marzo proprio in occasione della visita pastorale di Papa Francesco a Milano con il saluto tra i due all’interno del Duomo ripreso dalle telecamere. Vescovo ad Ancona-Osimo dal 1989 al 1991, quindi segretario della Conferenza Episcopale Italiana fino al 1995, prima di diventare pastore della Chiesa Ambrosiana, dal 1995 al 2002 è stato arcivescovo di Genova, realtà con la quale è stato sempre vicino. A ricordare questo rapporto con la chiesa genovese, insieme ad un legame di amicizia continuato negli anni, il nostro vescovo Diocesano Mons. Alberto Tanasini che proprio dall’allora arcivescovo di Genova Mons. Dionigi Tettamanzi venne ordinato vescovo il 14 settembre 1996.

Potrebbero interessarti anche...