Veglie di preghiera per la pace

DIOCESI –  La Chiesa prega oggi per la pace nella Repubblica Democratica del Congo e nel Sud Sudan, due Paesi africani attraversati da conflitti che stanno uccidendo e affamando le popolazioni locali, ma il pensiero si estende a tutto il mondo in guerra. Il Papa ha indetto questa Giornata mondiale di digiuno e preghiera all’ Angelus dello scorso 4 febbraio in un forte appello in cui ha chiesto di impegnarsi ad ascoltare il grido di angoscia che sale da queste terre.  Nella sola Repubblica Democratica del Congo, oltre 4 milioni di persone sono sfollate e più di 13 milioni di congolesi assoluto bisogno di assistenza umanitaria. Stessa tragica situazione nel Sud Sudan dove 2 milioni di persone sono fuggite dal Paese ed altrettanti sono sfollati interni. Nel martoriato Paese africano quasi i due terzi della popolazione hanno bisogno di aiuti umanitari. L’invito è stato rivolto a credenti e non. L’invito di Papa Francesco è stato accolto dalle chiese delle diverse confessioni cristiane. Anche la Comunione anglicana ha incoraggiato le proprie Chiese a prendere parte all’iniziativa di preghiera. Il Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso ha sostenuto il desiderio del Papa di allargare la preghiera ed il digiuno anche ai fedeli delle altre religioni, vivendolo “secondo la propria tradizione e nei propri luoghi di culto”. In Italia c’è stata l’adesione delle Comunità religiose islamiche. Nella nostra diocesi si svolgono momenti di preghiera personale, nelle chiese aperte durante la giornata. In serata alle 19.30 veglie a Chiavari, nella chiesa di San Giacomo di Rupinaro, e a Montallegro.

Potrebbero interessarti anche...