Aperta la fase diocesana di beatificazione di Albino Badinelli

DIOCESI – Albino Badinelli ha vissuto fino in fondo il comandamento dell’amore: ha citato il Vangelo letto durante il rito per l’introduzione della fase diocesana del processo di beatificazione e canonizzazione di Albino Badinelli mons. Giampio Devasini, Vescovo di Chiavari. Amare il nemico, perchè così ha fatto Gesù, ha detto il Vescovo, spiegando: amare il nemico per offrigli la libertà di essere una persona migliore, per interrompere la spirale dell’odio e della violenza. Amare il nemico come un comando, ha aggiunto il Vescovo, perchè nella Bibbia il comando è rivelazione di una possibilità, spalanca nell’essere umano capacità, possibilità e risorse che non immaginava. Amare il nemico, per continuare a considerarlo come un fratello, un bene. Perché nessuno può compiere un percorso di di perdono con le proprie sole forze. Nella prima sessione, nella Cattedrale di Nostra Signora dell’Orto, c’è stata la nomina del Tribunale che avvia ora l’inchiesta diocesana. Presenti alla cerimonia i familiari, fra cui la sorella di Albino Badinelli, Agnese, 97 anni e un grande carico di commozione con sé.

Potrebbero interessarti anche...