Benedetti i restauri dell’altare dell’oratorio di San Pietro

SESTRI LEVANTE – L’altare dell’oratorio di S. Pietro in Vincoli a Sestri Levante è stato restaurato grazie al lavoro della Confraternita di S. Caterina insieme alla Soprintendenza. Un lavoro lungo, ma necessario per salvare l’opera.

Un lungo restauro ha permesso di salvare l’altare dell’oratorio di S. Pietro in Vincoli a Sestri Levante, dopo che il tempo e il peso della struttura lo stavano facendo sprofondare. I lavori sono durati circa un anno e mezzo, con qualche pausa durante l’emergenza sanitaria. Sono costati poco più di 30 mila euro: per il 40% finanziati dalla Soprintendenza. Il resto con fondi della Confraternita di S. Caterina e offerte. Inizialmente l’altare è stato demolito e le parti marmoree sono state messe da parte e catalogate. Poi si è consolidato il basamento e ricostruito l’altare, con un piano in meno rispetto a prima (che peraltro era stata un’aggiunta successiva). Anche i confratelli hanno dato una mano. La Confraternita di S. Caterina è qui dal 44, quando venne bombardata la chiesa di S. Caterina di cui adesso rimangono i ruderi. Per inaugurare e benedire i lavori, era presente il vescovo di Chiavari Giampio Devasini che ha celebrato la messa nell’oratorio. Ci sono molti lavori ancora da fare, spiega la confraternita, a partire dalle urgenze.

Potrebbero interessarti anche...