Il discernimento vocazionale e la vita consacrata

GENOVA – “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale” è il tema della giornata di approfondimento promossa dalla regione ecclesiastica ligure, in calendario per sabato 6 aprile nella Sala Quadrivium di Genova. Dalle 9.00 l’accoglienza dei partecipanti, la preghiera, il saluto di Mons. Palletti e l’intervento di don Rossano Sala. Seguirà una pausa musicale, la testimonianza di Mons. Nicolò Anselmi e il dialogo con i relatori. Sul tema della vita consacrata, nelle settimane scorse, si è svolto un incontro anche nell’ambito della scuola del clero diocesana. Il tema “La vita consacrata nella Chiesa particolare, problematiche e prospettive” ha avuto come relatore Mons. Paolo Martinelli, vicario episcopale per la vita consacrata della Diocesi di Milano, frate cappuccino, uomo di riconosciuta competenza spirituale e teologica nell’ambito della vita consacrata; in questa veste ha collaborato assiduamente sia con i Superiori Maggiori degli ordini e congregazioni religiose, sia con la Santa Sede e nei Sinodi. A partire dalla parola chiave introdotta dal Papa a Genova – la diocesanità – ha condotto gli ascoltatori a comprendere meglio l’immagine di un Chiesa poliedrica che ha in sé stessa più componenti e nella quale sono coessenziali i doni gerarchici e i doni carismatici. Cristo raggiunge l’uomo nel dono gerarchico e nel dono carismatico. Ogni carisma è un regalo per la Chiesa. Di particolare nota, in questa ecclesiologia di comunione, è lo stile sinodale, una condivisione per la comunione che diventa sempre più vissuta; è sguardo presente nel mondo anche se tanti non se ne accorgono. La vita consacrata è visione profetica che rivela quello che conta e diventa richiamo per tutti contro la mediocrità. La scelta di un’esistenza modellata sui voti religiosi di castità, povertà, obbedienza è imitazione della scelta di vita di Gesù. La Vita consacrata è nativamente la vita di Gesù, è la forma dell’umano di Cristo. La Chiesa è essenziale alla vita consacrata nelle due dimensioni: universale e particolare,ma neppure la Chiesa può essere in sé completa se viene a mancare la vita consacrata.

Potrebbero interessarti anche...