La virtù dell’umiltà, segno dell’amore gratuito

LAVAGNA – Chiamò i suoi fratelli “minimi”, cioè che stanno sotto a tutti. Un segno di grande umiltà quello del fondatore dell’ordine, S. Francesco da Paola, richiamato dal Vescovo a Lavagna durante la Messa celebrata nella casa delle suore Minime. Oggi l’umiltà non è più di moda, ha spiegato Mons. Tanasini, tutti vogliono apparire e valere, un atteggiamento presuntuoso che può sfociare in atti gravi, tra questi l’abuso di potere: approfittare di una posizione di potere per sottomettere gli altri. Il Vescovo mette così in guardia: è un fatto grave, che può accadere anche nella quotidianità. Il Vescovo richiama anche la virtù della carità di S. Francesco da Paola, un atteggiamento che tutti i giorni viene rispettato nella casa di Lavagna come segno di amore gratuito che nasce dalla volontà di seguire ogni giorno il messaggio di Gesù.

Potrebbero interessarti anche...