Festa di Santa Margherita a Moconesi

MOCONESI – Vale la pena rinunciare a tutto per far parte del regno di Dio. Presiedendo la S. Messa a Moconesi Alto, il Vescovo spiega il significato del martirio di S. Margherita: la santa ha dato la vita non perché desiderava la morte, ha detto, ha accettato che le fosse tolta per non rinunciare all’amore di Dio che aveva incontrato. La vita è già piena, dunque, perché non viene tolto ciò che è prezioso, ossia appartenere al regno di Dio. Di qui la domanda di Mons. Tanasini : la vita cristiana e la coerenza al Vangelo sono preziosi per noi? È la sfida dei cristiani di oggi – sottolinea – di fronte al costante calo della fede.
Al termine della celebrazione, il Vescovo ha benedetto le nuove vetrate artistiche della chiesa. Si tratta di 3 opere realizzate dallo studio Albertella di Genova in cui sono raffigurati S. Margherita, S. Giuseppe e il simbolo mariano Regina del Santissimo rosario. Opere dalle caratteristiche diverse, realizzate con tessere trattate a pennello – la tecnica è chiamata grisaglia – e poi cotte nei forni a 630 gradi, la temperatura ideale per la fusione del colore. Infine sono state posizionate e contraffilate con la lega di piombo.
Un lavoro durato tre, quattro mesi e che da oggi impreziosisce la chiesa parrocchiale di Moconesi Alto.

Potrebbero interessarti anche...