L’inizio di un nuovo anno pastorale in Diocesi

DIOCESI – La Chiesa di Chiavari si è riunita nel convegno diocesano. Una partecipazione significativa ha ascoltato la proposta che trae spunto dal Vangelo di Matteo per declinarlo nel nostro tempo. Il vescovo in apertura dei lavori ha sottolineato l’importanza di questo momento comunitario, invitando poi a tenere sempre presenti le linee pastorali, frutto del lavoro sinodale.

 

Per la chiesa particolare di Chiavari il convegno diocesano è un momento di ripartenza comunitario, nel segno della continuità con il cammino intrapreso e con lo sguardo rivolto ad un nuovo anno pastorale. Ai lavori, ospitati nella palestra del Villaggio del Ragazzo di San Salvatore, hanno contribuito numerosi partecipanti. Quest’anno la preghiera è stata introdotta dal coro diocesano. Quindi l’intervento del vescovo Alberto Tanasini che ha spiegato il significato di questo momento.Le linee pastorali per il nuovo anno prendono spunto dal Vangelo di Matteo, e saranno declinate nei vari ambiti secondo le necessità e i progetti portati avanti da ogni singola comunità. La scelta intrapresa dalla Diocesi è quella di ritornare alla Parola di Dio attraverso un percorso di formazione. La proposta della biblista Rosanna Virgili ha preso spunto da cinque parole: la roccia, il sale, il prossimo, la cura, la felicità; alle quali sono state collegate cinque azioni concrete che toccano diversi ambiti: etico, politico, evangelico, sociale e umano. Il tutto in continuità con il lavoro sinodale svolto in diocesi e sfociato in alcune linee guida alle quali si sta dando attuazione.

Potrebbero interessarti anche...