Aperta la visita pastorale in Val Petronio

CASARZA LIGURE – Con la preghiera comunitaria presieduta dal vescovo Alberto Tanasini si è aperta ufficialmente, nella chiesa di San Michele a Casarza L., la visita pastorale alle comunità dell’ambito della Val Petronio. Molti fedeli hanno preso parte alla celebrazione per tutte e quattro le zone dell’ambito pastorale. Il vescovo ha chiesto a ciascun parrocchiano di essere strumento di evangelizzazione e collaborare gli uni gli altri per realizzare una vera comunione.
La pace sia con voi. Il vescovo Alberto Tanasini ha così salutato i fedeli delle comunità dell’Ambito della Val Petronio: Velva, Missano, Castiglione, San Pietro di Francati, Campegli e Masso a Castiglione Ch.; Bargone, Massasco, S. Michele arcangelo a Casarza L.; Cardini, Verici e Francolano sempre a Casarza L., Lemeglio, S. Saturnino, S. Giorgio e Santa Croce a Moneglia. Piccole e grandi realtà distese nella parte più a Levante della Val Petronio, in un territorio che va dal colle di Velva sino alle spiagge di Moneglia. Unite dalla comune appartenenza ad un ambito pastorale, per le quali il cammino condiviso è già iniziato in alcuni settori della vita parrocchiale a partire dal catechismo.
Lorena Ghio – parrocchiana Casarza L
Alberto Antonucci – parrocchiano Francolano
Anche l’accoglienza al pastore della diocesi è stata pensata insieme. Ai piedi dell’Eucaristia sono stati posti quattro segni, espressione di tutte le comunità dell’ambito: l’immagine di Maria, la lampada accesa, l’immagine della colomba e il crocifisso.
Alberto Antonucci
Il vescovo nel sottolineare l’impegno condiviso nell’opera di evangelizzazione, ha quindi risposto alla domanda: che visione di chiesa vorrebbe lasciare?

Potrebbero interessarti anche...