Pellegrinaggio diocesano in Sudafrica

SUDAFRICA – I pellegrini della diocesi di Chiavari hanno potuto conoscere da vicino una realtà, quella del Sudafrica, dove si fa esperienza di convivenza e integrazione. Il percorso proposto loro ha toccato diverse realtà a partire dalla Capitale Cape Town, dove convivono 9 tribù, con lingue e tradizioni diverse. Per questa sua caratteristica è considerata la piccola Europa africana. Filippo Giancani, guida del gruppo di pellegrini, vive in Sudafrica da 22 anni. Un safari nella natura e anche nell’anima per i nostri pellegrini che hanno celebrato l’eucaristia sotto una giacaranda e condiviso qualche tempo con gli ospiti di un orfanatrofio nel Mpumalanga. In Sudafrica sono 80% i cristiani, 8% i Cattolici. Ci sono multiformi presenze cristiane e “chiese africane”. Padre Bogdan “i rapporti con le altre religioni sono buoni. Ci incontriamo sacerdoti, pastori, leader delle chiese e discutiamo si come migliorare il rapporto tra le nostre comunità”. Nel ritmo incalzante del viaggio, si sono inseriti anche momenti di convivialità gioiosa e di confronto con le nostre realtà.

Potrebbero interessarti anche...