Il vescovo agli sportivi: formare alla lealtà e ai valori

CHIAVARI – Formazione e valori: le società sportive del Tigullio hanno a cuore da tempo questi due aspetti. La crescita dei giovani viene prima dei risultati. E non è scontato, in un sistema – quello sportivo – che oggi sembra sempre più spesso condizionato da logiche di profitto, da un agonismo esasperato e da atteggiamenti violenti. Lo aveva detto il Papa pochi mesi fa invitando dirigenti e atleti a testimoniare il Vangelo anche sul campo, per costruire una società più fraterna e favorire una predisposizione d’animo che serve per affrontare le gare della vita con coraggio e onestà, con gioia e serena fiducia nel futuro. Un tema caro anche al Vescovo Tanasini, che al Gianelli Campus ha invitato a recuperare il valore sportivo della lealtà come strumento per purificare il proprio cuore ed incontrare il Signore. Se saremo leali con noi stessi – ha spiegato, piuttosto che cercare calcoli o interessi, non potremo mancare di trovare ciò che è più vero e umano per la nostra esistenza. Ritrovarsi a meditare attorno alle parole del Vescovo ha potuto riaffermare la sfida educativa delle società presenti.

Potrebbero interessarti anche...