Veglia di preghiera per la vita a Sestri Levante

SESTRI LEVANTE – Il dono della vita è come una porta che si apre per non chiudersi più. Alla Madonnina del Grappa di Sestri L., il Vescovo richiama il messaggio dei Vescovi per la 42^ giornata nazionale per la vita. Spiega Mons. Tanasini: se mi fermo a pensare, mi accorgo che potrei non esserci a questo mondo e invece ci sono. Perché il Signore ha chiamato proprio me? Ecco perché – prosegue – la vita è un dono che abbiamo ricevuto, che comincia e che non finisce più. Con la morte infatti quella porta non si chiude, anzi comincia un’altra vita, che prosegue verso il suo vero destino: l’eterno, il per sempre. Il Vescovo conclude la sua riflessione invitando a far sì che la vita non diventi un oggetto in mano alla volubilità della politica. Non è qualcosa che può essere confermata per un quinquennio e poi negata nel successivo quinquennio. La Veglia 2020 si è svolta a Sestri L. perché la città è sede del CAV, Centro di Aiuto alla Vita. Al termine della celebrazione, il Vescovo ha consegnato un ricordo alle donne in attesa e alle neo mamme.

Potrebbero interessarti anche...