30 anni di Telepace, nella pandemia strumento di unità

DIOCESI –  I compleanni sono generalmente momenti di festa, da trascorrere con le persone care, coloro che sono stati compagni di percorso e, si confida, continueranno ad esserlo. In questi mesi sono tante le feste e gli anniversari che non sono stati celebrati insieme ai propri affetti a causa della pandemia, così non è stato per Telepace. L’emittente nell’anno del trentennale è stata presenza costante nelle case della sua gente, offrendo un servizio che è stato ancora più prezioso in un periodo di lontananza forzata tra le persone.

Quest’anno l’anniversario di Telepace, cade a ridosso della giornata delle Comunicazioni Sociali, istituita dopo il Concilio Vaticano II e celebrata la domenica della solennità dell’Ascensione. Istituita per ricordare che la chiesa deve essere presente nella vita degli uomini e sentirsi coinvolta, comunicando attraverso gli strumenti più adatti all’annuncio. Così l’emittente diocesana Telepace non è solo uno strumento a servizio della comunità, ma è anche profondamente legata ad essa.

Potrebbero interessarti anche...