Meditazione mariana di Mons. Corrado Sanguineti, vescovo di Pavia

CHIAVARI – Il triduo mariano in onore di N. S. dell’Orto a Chiavari è stato aperto dalla Messa e dalla meditazione proposta dal vescovo di Pavia, Mons. Corrado Sanguineti. Nella riflessione proposta durante la celebrazione eucaristica, il vescovo Sanguineti ha preso spunto dalla vigilia della solennità dei Santi Pietro e Paolo. Pietro e Paolo, due uomini molto differenti come percorso umano. Simon Pietro era un pescatore di Galilea, Saulo, nato a Tarso, era un uomo colto. Pietro ha conosciuto personalmente Gesù, Paolo no, anzi. Tuttavia la loro vita è stata trasformata dall’incontro con il mistero e la persona di Cristo, che ha fatto conoscere loro la fede. Su queste due figure ha ruotato la riflessione proposta da Mons. Corrado Sanguineti nella celebrazione eucaristica in Cattedrale a Chiavari. La vita di questi due uomini è stata trasformata dalla fede come affezione a Gesù e certezza di un amore più forte di ogni male.

Un incontro che ha trasformato la vita di questi due uomini e ha dato un compito nuovo. Diventare evangelizzatore, testimoniare il vangelo. Simone diventa Pietro, Saulo diventa Paolo la trasformazione avvenuta per Grazia, una grazia vissuta anche nel dramma di una revisione rinnovata.

Conoscenza e amore – ha sottolineato – il vescovo di Pavia vanno insieme. Non possiamo amare ciò che non conosciamo, ma non possiamo conoscere ciò che non amiamo. Venerare la memoria dei santi apostoli, ha proseguita, significa essere ricondotti al cuore della nostra vita come cristiani, come popolo di Dio che cammina in questa terra particolarmente benedetta da Maria, sorgente sempre nuova sempre fresca della nostra esistenza.

La nostra chiesa sarebbe diversa senza Madonna dell’Orto e Montallegro. Ci ha donato questa sua presenza di Madre e ci aiuta a ritrovarci come comunità e come popolo. Attraverso l’intercessione della vergine Santa chiediamo che in questi giorni benedetti si rinnovi in noi la grazia e la gioia della fede, di appartenere ad un popolo che cammina continuamente.

Potrebbero interessarti anche...