N. S. Assunta, festa a Certenoli: la logica di Dio è la logica dell’abbraccio

SAN COLOMBANO CERTENOLI – La comunità di Certenoli ha celebrato la Solennità dell’Assunta; nella semplicità della vita parrocchiale questo è stato un segnale di ripartenza e di speranza.
Ogni incontro fra cristiani è un abbraccio e non può non diventare Eucarestia, ossia rendimento di grazie. E la comunità di Certenoli, 650 abitanti in Val Fontanabuona, un territorio vasto, e piuttosto articolato, ha ricevuto l’abbraccio del Vescovo, Giampio Devasini. La visita del pastore annulla anche le distanze più complesse da accorciare, costituisce la comunità in unità e concretizza la fraternità. C’è meno paura quest’anno, e anche i più fragili, vaccinati, hanno potuto partecipare alle celebrazioni; un motivo di gioia per il parroco, entrato in questa e nelle altre Comunità a lui affidate pochi mesi prima dell’inizio della pandemia. E così quest’anno c’è stato il catechismo via zoom, e solo in un secondo momento in presenza, grazie alla disponibilità del Comune che ha concesso gli spazi del Lascito Cuneo e della scuola, a Calvari, diventata il centro per la pastorale. Gli adulti hanno invece proseguito il cammino vicariale. Un abbraccio virtuale, quindi, ma non solo.

Potrebbero interessarti anche...