Festa dell’Assunta a Rapallo: la vita di comunità genera fraternità nell’unità

RAPALLO – Nonostante le restrizioni imposte dalla pandemia, quest’anno nella parrocchia di Santa Maria del Campo a Rapallo la festa patronale dell’Assunta è stata arricchita da tutti gli ingredienti: alle celebrazioni liturgiche ha fatto sfondo la festa tradizionale. un segnale di ripresa importante.

Lo sguardo su Maria fa la comunità. A Santa Maria del Campo, a Rapallo, il momento centrale dell’anno è la Solennità dell’Assunta. Un tempo di festa preparato per diverse settimane, sotto ogni aspetto: le celebrazioni religiose, la festa civile con le tradizionali sparate, la gastronomia tipica, forzatamente diversa, rispetto a quanto avveniva in passato, per rispettare i protocolli di sicurezza, senza, tuttavia, rinunciare al clima di fraternità che anima la festa. La sagra, nota a tutti per la qualità delle proposte gastronomiche, è stata proposta anche quest’anno, anche con la possibilità di acquistare i pasti da asporto. Non c’è festa senza musica e così non è mancata la presenza del Corpo bandistico cittadino; per la comunità riunita nel giorno della festa patronale, la banda ha proposto alcuni brani al termine della celebrazione liturgica; piccoli segnali di ripartenza, per sostenere la ripresa di relazioni sociali e momenti di aggregazione. La vita di comunità genera fraternità nell’unità e questo sostiene anche il cammino personale nella fede. E’ questo uno dei passaggi che il Vescovo ha suggerito nella sua riflessione. Lo scrupolo nell’osservare le norme, a tutela della salute di tutti, ha consentito una partecipazione composta, attenta e raccolta alle celebrazioni liturgiche, segno di un legame con la patrona che va oltre, e anzi, attraversa le sfide del tempo contingente.

Potrebbero interessarti anche...