Solennità del Santo Cristo a Sestri L. Devasini: l’impegno nella comunità, non come potere, ma come servizio

SESTRI LEVANTE – Si sono concluse a Sestri Levante le celebrazioni in onore del Santo Cristo. Ieri la Messa del mattino è stata presieduta dal vescovo Giampio Devasini. Nell’omelia il pastore della Diocesi ha invitato i fedeli a vivere le responsabilità all’interno della comunità ecclesiale, non come potere, ma come servizio.

L’immagine del Santo Cristo, venerata nella parrocchia di Santa Maria di Nazareth a Sestri L., è particolarmente cara ai sestresi. Un’attaccamento che emerge non solo in occasione della festa, ma nella quotidianità più nascosta, in cui, nelle situazioni di difficoltà, ci si rivolge al figlio di Dio messo in Croce. Il cammino di preparazione alla festa ha dato modo di riscoprire e sottolineare l’importanza del ruolo dei laici nelle Chiesa. Un’importanza messa in luce anche nell’omelia vescovo Giampio Devasini presente alla celebrazione eucaristica domenicale. Prendendo spunto dal Vangelo, il vescovo ha sottolineato l’atteggiamento di Gesù, che pone al centro i più deboli, esortando i suoi discepoli ad arrivare primi nel servizio al prossimo. In questo tempo, carico ancora di ferite lasciate dalla pandemia e di difficoltà nella ripresa, c’è un desiderio rimasto incompiuto, che la comunità di S. Maria di Nazareth auspica di realizzare.

Potrebbero interessarti anche...