In Cattedrale la consegna del mandato ai catechisti e del nuovo percorso diocesano

DIOCESI – Una mappa da seguire per compiere un cammino. Questo vuole essere il percorso diocesano di iniziazione cristiana elaborato dalla Diocesi di Chiavari. Dopo dieci anni di sperimentazione, in occasione della cerimonia di consegna del mandato ai catechisti in Cattedrale a Chiavari, il Vescovo Devasini ha consegnato la versione definitiva del documento frutto di un cammino sinodale condiviso.

Una mappa a disposizione di tutti, che aiuta e guida un cammino da compiere con le proprie gambe ma che contiene indicazioni preziose sui sentieri da fare per arrivare alla meta: dall’iniziazione cristiana dei più piccoli fino alla testimonianza nei giovani. Questo vuole essere il progetto catechistico diocesano, che dopo 10 anni di dialogo, ascolto e confronto (di fatto un percorso sinodale che ha anticipato i tempi) ha ricevuto una prima stesura definitiva, ed è stato consegnato dal Vescovo ai catechisti della Diocesi riuniti in Cattedrale a Chiavari per la consegna del mandato. Un progetto che vuole unire, orientare, che andrà per forza di cosa aggiornato e integrato, che ha dei passaggi obbligati per non finire fuori strada ma che prima di tutto deve essere vissuto, camminato, reso concreto. Una delle sfide che il progetto si pone, ha spiegato il direttore dell’Ufficio catechistico diocesano Don Giacomo Canepa, è quello di sganciare il cammino catechistico dallo stile e dalla modalità puramente scolastica dove i vari passaggi includono un percorso completo di iniziazione cristiana, dove non c’è un anno più importante di un altro ma ogni consegna è un gradino, una tappa alla comunità successiva. Il tutto inserito in un quadro di condivisione e coinvolgimento attivo in cui non c’è solo il ragazzo ma tutta la sua famiglia, come ha sottolineato lo stesso vescovo Devasini che ha ribadito l’importanza della testimonianza.

Potrebbero interessarti anche...