Visita del vescovo ai detenuti alla vigilia di Natale

CHIAVARI – E’ facile soffrire di solitudine se si è detenuti. Un sentimento che risulta amplificato in periodo di festa, quando è normale trascorrere del tempo in famiglia. Per limitare questa deriva la consueta messa di Natale celebrata dal vescovo nella casa di detenzione di Chiavari, è un modo per esprimere la vicinanza della Chiesa e aiutare chi più ha bisogno. Il vescovo Devasini, nell’omelia ha ricordato che la Gloria del signore, ossia il suo amore, avvolge i pastori quelli che nella società del tempo erano tra gli ultimi. Un amore che perdona qualsiasi cosa e non si stanca mai dei propri figli
Al termine della messa il vescovo ha consegnato a ognuno un pensiero da parte della diocesi. Un momento atteso e preparato durante l’anno con la celebrazione della messa domenicale. Ad accompagnare le persone detenute durante l’anno, ci sono anche volontari e volontarie della Caritas diocesana. Il gruppo di detenuti che ha seguito la preparazione della messa di Natale ha anche allestito un presepe in cappella usando anche materiali recuperati in carcere come terriccio e cassette della frutta.

Potrebbero interessarti anche...