Messa del vescovo per l’anniversario del riconoscimento pontificio di Comunione e Liberazione

CHIAVARI – E’ una cattedrale piena di persone quella che ricorda don Luigi Giussani, nel 17esimo anniversario dalla morte e i 40 anni dal riconoscimento pontificio della fraternità di Comunione e Liberazione. Don Pino De Bernardis, assistente diocesano del Movimento, ha per primo ringraziato la comunità presente e il vescovo. Mons. Devasini ha quindi ricordato alcune delle linee guida del pensiero e dell’azione di don Giussani. Durante l’omelia il vescovo ha ripercorso la lettura del Vangelo. Ha citato poi alcun brani de “Il Dio che viene” di Carlo Carreto su cosa significa credere nella chiesa e cosa credere in Dio. Al termine della celebrazione, Martina Ghione, responsabile diocesana di CL ha ringraziato il vescovo per l’unità e l’affetto manifestati. Ha poi sottolineato l’importanza di ricorda i cento anni trascorsi dalla nascita di don Giussani.

Potrebbero interessarti anche...