Visita del vescovo ai cantieri navali Fincantieri di Riva T.

RIVA TRIGOSO – Il vescovo Devasini ha visitato i cantieri navali Fincantieri di Riva Trigoso. E’ la prima volta che il vescovo si reca negli stabilimenti di Sestri Levante. Mons. Devasini ha celebrato la Messa alla quale hanno preso parte i lavoratori dell’azienda. Un momento per conoscere la realtà rivana dove lavorano centinaia di persone del territorio.

Una croce fatta con una cima bianca, la corda con la quale si assicurano le navi ai moli, e l’altare messo al centro di uno dei capannoni dove prendono forma le chiglie delle navi in costruzione. Per la prima volta dal suo ingresso alla guida della Diocesi di Chiavari, il vescovo Devasini ha celebrato la Pasqua all’interno degli stabilimenti della Fincantieri di Riva Trigoso a Sestri Levante. Ad accompagnarlo il parroco Don Mauro Sapia e il responsabile della pastorale del lavoro in diocesi Don Paolo Zanandreis. Un appuntamento molto atteso tra chi lavora all’interno di questa realtà industriale, la più grande dal punto di vista dei numeri degli occupati sul territorio, tra dipendenti diretti e dell’indotto. E proprio sul tema del lavoro, di come questo non debba essere solo uno strumento per poter consumare, si è focalizzata la riflessioni proposta da Mons. Devasini nel corso della sua omelia al Vangelo. Il Vescovo ha chiesto l’impegno a fare in modo che al lavoratori venga sempre garantita la sua dignità e che non ci sia sfruttamento, quello che invece la cultura dello scarto mette in atto ponendo il denaro al di sopra dell’uomo. In precedenza Mons. Devasini aveva sottolineato come proprio mettendo la propria vita al servizio degli altri, il vero credente, con l’aiuto dello Spirito, riesca a restituire vivendolo l’amore che Dio ha per ciascuno.

Potrebbero interessarti anche...