Festa di Sant’Antonino a Sanguineto

CHIAVARI – La comunità di Sanguineto, nella zona pastorale di Sampierdicanne a Chiavari, ha festeggiato S. Antonino alla presenza del Vescovo. Un’occasione per fare il punto dei lavori di restauro alla chiesa: una catena di interventi delicati che ha permesso di salvare l’edificio.

Un poco alla volta la chiesa di S. Antonino a Sanguineto si libera dai ponteggi e recupera bellezza e stabilità. L’intervento di ristrutturazione è partito nel 2020 e doveva già essere finito. Ma diversi imprevisti hanno ritardato l’inaugurazione. La facciata rappresenta l’ultimo tassello prima di dichiarare la fine lavori. L’intervento si concentra ora sugli intonaci e sull’effigie del santo che era ammalorata. Il Vescovo non ha rimandato la sua visita, programmata da tempo, per rendersi conto di quanto fatto sino ad ora. Mons. Devasini ha visitato la chiesa di Sanguineto nel giorno della festa del Santo titolare, Antonino, il cui culto è arrivato in Diocesi nel 1700. Un momento fraterno e sentito dalla piccola comunità. Il Vescovo ha invitato a non porre la fiducia nei beni terreni: si possiede solo ciò che si dona, ha detto nell’omelia.

Potrebbero interessarti anche...