La gratitudine della Diocesi al vescovo

messa crismale 1CHIAVARI – Dieci anni trascorsi in mezzo ai sacerdoti e ai fedeli della diocesi di Chiavari come padre e amico: Mons. Alberto Tanasini è stato festeggiato nel contesto della Messa crismale, ovvero l’appuntamento annuale nel quale tutti i preti si riuniscono all’altare della Cattedrale attorno al vescovo. “Siamo qui a esprimere la gratitudine per i dieci anni di presenza di vostra eccellenza nella nostra Diocesi” – ha detto Mons. Gero Marino, vicario generale della Diocesi, nel messaggio letto all’inizio della celebrazione. “Grazie, anche, per avere scelto un momento così intimo e prezioso, come la Messa del Sacro Crisma, per fare memoria grata dei suoi 45 anni di sacerdozio e dei dieci anni trascorsi in mezzo a noi, come padre e amico. Siamo grati a Dio perchè in questi anni il vescovo Alberto ci ha conosciuto e chiamati per nome. Penso alle telefonate personali, all’attenzione per gli ammalati. Penso alla visita pastorale e a come passando casa per casa abbia conosciuto e confortato malati: Ci abbia considerati e amati uno per uno, non con un’attenzione gernerica, ma personalizzata. Una seconda ragione gratitudine è per l’impegno profuso nella pastorale della comunione. In un contesto, come il nostro, segnato da individualismo e frammentazione, dove il rischio è che ciascuno curi il proprio piccolo orto, lei si è speso per la comunione e per l’incontro. Ha messo particolare passione per la pastorale giovanile, per gli ambiti pastorali, per la promozione graduale di forme di vita comune tra i preti.  Infine, gratitudine per come il vescovo alberto, non con le parole, ma con lo stile della sua vita e preghiera, ci ha ricordato ogni giorno il primato assoluto dell’intimità con Gesù, senza la quale la Chiesa diventa soprattutto un’azienda, neanche troppo produttiva.”

Potrebbero interessarti anche...