La Resurrezione ci fa appartenere al mondo di Dio.

vescovo messa pasquaDIOCESI – “La fede non inventa la Risurrezione, non la immagina. La fede è in cambiamento di condizione”. Con queste parole il vescovo diocesano ha sintetizzato il messaggio nel giorno di Pasqua, durante la Santa Messa nella Cattedrale di N. S. dell’Orto. La riflessione di Mons. Alberto Tanasini è partita da alcuni testimoni della resurrezione di Gesù: Maddalena, Giovanni, i discepoli, che, dinnanzi al sepolcro vuoto, il sudario, le bende lasciate lì, ben piegate, “videro e credettero”. “L’angoscia iniziale, dinnanzi alla notizia portata dalla Maddalena, si trasforma in fede. “La luce esplode e illumina un nuovo cammino” ha spiegato il vescovo. “La Resurrezione ci fa appartenere al mondo di Dio”. Quindi l’invito a scoprire i segni del risorto nella nostra esistenza: la Parola viva, i Sacramenti, gesti lasciati da Gesù alla sua Chiesa per affermare il suo agire, e la nostra stessa vita rinnovata dalla carità. E proprio nella solenne veglia pasquale il vescovo ha avuto la gioia di conferire il primo dei Sacramenti, il Battesimo, a sei adulti entrati a far parte della famiglia di Cristo.

Potrebbero interessarti anche...