Natale dei Migrantes

ghirlandaioDIOCESI – A Natale senza dubbio ciò di cui si sente più la mancanza è la casa. Lo sanno bene le persone che vivono lontano, dagli affetti e dai paesaggi familiari. Mons. Alberto Tanasini ha proposto questa riflessione alle comunità straniere immigrate nel territorio della nostra Diocesi, in occasione della celebrazione in preparazione al Natale. Umanamente sentiamo la nostalgia, ha detto il Vescovo, ma nella fede riconosciamo che la nostra casa è Dio. Mons. Tanasini ha raccontato alle persone straniere riunite in Cattedrale la propria esperienza personale di distacco dalla terra d’origine, nello stupore della scoperta, avvenuta a poco a poco, del disegno di bene che il Signore aveva intessuto. Il Vescovo ha invitato ad avere fiducia in Dio, anche nel distacco, nella prova, e nella necessità; come Maria, che con il suo Eccomi è diventata Casa di Dio. La celebrazione in preparazione al Natale è stata anche l’occasione per porre l’accento sulle situazioni, spesso difficili, che vivono molte persone immigrate. Al termine della Messa un momento di festa nei locali del seminario; una festa che si è trasformata in un multiforme incontro di comunità da ogni parte del mondo.

Potrebbero interessarti anche...