Solennità dell’Ascensione

ascensioneDIOCESI – L’Ascensione di Cristo porta a compimento il Mistero pasquale: la misisone di Gesù sulla terra è conclusa; Egli la porterà avanti stando alla destra del Padre, e intercedendo per noi. Qui sta il senso del suo distacco.  Da questo spunto è scaturita la riflessione del Vescvovo Alberto Tanasini nell’omelia pronunciata nella Solennità dell’Ascensione, nella cattedrale di Nostra Signora dell’Orto. Staccandosi dagli Apostoli, Cristo ha implicitamente detto loro che era giunto il loro tempo, e che la Sua presenza nel mondo sarebbe continauata per mezzo della Chiesa. Se la Chiesa, la nostra Chiesa, ha sottolineato il Vescovo, non è capace di questa mssione, allora Cristo verrà sempre meno percepito, e rischieremo di offuscare la Sua presenza con i nostri limiti e peccati. Da questo punto di vista è stato significativo il conferimento dei ministeri ad alcuni seminaristi della Diocesi; quello di lettore, ossia del servizio alla Parola di Dio, ad Alessandro Cavallo della parrocchia di San Pietro di Novella, e dell’accolito, ossia di servizio all’Eucarestia, a Salvator Bizimana, della parrocchia di Santa Margherita a S. Margherita Ligure, a Stefano Bruzzone della parrocchia di San Colombano della Costa a S. salvatore di Cogorno e a Paolo Nicora della Parrocchia di S. Stefano a Lavagna.

GUARDA IL SERVIZIO REALIZZATO DA TELEPACE

Potrebbero interessarti anche...