Giubileo del mondo del lavoro

Giubileo mondo lavoroGENOVA – Al santuario mariano di Nostra Signora della Guardia si è svolto l’annuale pellegrinaggio del mondo del lavoro presieduto dal cardinale Angelo Bagnasco. Nell’Anno santo della Misericordia le Società Operaie Cattoliche hanno celebrato in questa occasione il loro giubileo. Dall’Arcivescovo di Genova un monito forte alle istituzioni perchè promuovano una unità di intenti volta a contrastare le nuove povertà e il disagio sociale sempre più diffuso. “Genova non è morta, nè morente, ma molto malata, questo sì, e ha bisogno di un miracolo”: queste le parole del Cardinale Angelo Bagnasco. Una realtà, quella ligure, che riflette quella del Paese, nonostante, ha aggiunto il porporato, le dichiarazioni ottimistiche. La disoccupazione cresce, specie fra i più giovani, mentre gli adulti che perdono la propria occupazione trovano molteplici difficoltà nella ricerca di un nuovo impiego. Il che genera effetti a catena, come l’incremento del numero di persone che vivono in condizioni di povertà e, per contro, una sempre maggiore concentrazione della ricchezza nelle mani di pochi. Di qui l’invito ad una unità di intenti e ad una sempre più realistica valorizzazione delle risorse. La Chiesa, ha aggiunto il Cardinale Bagnasco, in questa situazione sta facendo la sua parte, offrendo aiuato materiale a chi si trova in difficoltà: un’attività che non è un problema ma un privilegio, ha spiegato. In questo senso è importante anche il ruolo delle Società operaie cattoliche. Sono 65 i sodalizi in Liguria, per un totale di oltre settemila soci.

GUARDA IL SERVIZIO REALIZZATO DA TELEPACE

Potrebbero interessarti anche...