Mai nessuno si senta straniero. Le parole del vescovo ai migranti

messa-migrantiCHIAVARI – Un invito all’accoglienza e a ritrovarsi fratelli e amici. Lo ha formulato il Vescovo celebrando la Messa di Natale per gli stranieri che vivono in Diocesi. Presenti tra gli altri i latino americani, gli ucraini, i filippini, due giovani nigeriani migranti accolti a Chiavari ma anche i fedeli italiani. Mons. Tanasini ha esortato a seguire l’esempio di Maria e Giuseppe, a dire sì a Dio e a fidarsi di lui, scoprendo così il dono dell’accoglienza. Per le comunità straniere presenti in Diocesi, il Natale è sempre un momento di speranza e di confronto tra le diverse culture. Per gli ucraini, che da anni vivono la sofferenza della guerra, la Messa in Cattedrale è uno spazio di preghiera perché finalmente trionfi la pace. Ma ciò che accomuna tutti i partecipanti alla celebrazione di Natale, come sempre, è condividere la sofferenza che nasce dall’avere la famiglia distante.

Potrebbero interessarti anche...