Messa nella Casa di Reclusione

casa di reclusioneCHIAVARI – Un messaggio di speranza, la resurrezione di Cristo, che è per tutti, non solo per chi nelle difficoltà della vita è finito in carcere, ma per ciascuna persona che nelle difficoltà vuole ripartire nella propria esistenza. E’ l’augurio che il Vescovo diocesano Mons. Alberto Tanasini ha rivolto ai presenti nel corso della Messa del Precetto Pasquale celebrata all’interno del carcere di Chiavari. Partendo dal racconto delle prime due manifestazioni di Gesù risorto, prima con i discepoli di Emmaus e poi agli apostoli, il pastore della diocesi ha focalizzato l’attenzione sulle conseguenze che la resurrezione chiede alla vita di ciascun fedele. “Una vita nuova” ha concluso il Vescovo che racchiude allora la gioia della Pasqua e che si compie attraverso due strade: il battesimo da una parte (che ci viene donato da Dio) e la nostra volontà di cambiare senza la quale tutto quanto non è possibile.

Potrebbero interessarti anche...