Visita del vescovo alla Tassano

CHIAVARI – In ambito diocesano il consorzio di cooperative Gruppo Tassano ad quasi trent’anni propone un modello di economia di comunione, al fianco delle persone più deboli e disagiate. Nel contesto economico, il consorzio non è immune dalle difficoltà riscontrate da molti imprenditori, pur con segnali confortanti di ripresa dell’ultimo anno. Ieri il vescovo diocesano ha visitato i capannoni di Casarza L.

Il momento è sempre atteso e curato nei dettagli. Ad accogliere il vescovo al Consorzio Tassano i rappresentanti della fabbrica di Casarza L. e del polo produttivo di Sestri L. Insieme a loro “I ragazzi del sorriso di Reppia” che ogni venerdì prestano la loro opera all’interno dei capannoni e pranzano nella mensa aziendale. Sull’altare un piccolo dono: una scatola, contenente strumenti di lavoro e una chiavetta USB, contenente filmati sull’economia di comunione. E’ questo da sempre il motore che muove i responsabili del gruppo ad andare avanti, anche nelle alterne vicende contemporanee.

Mons. Tanasini ha celebrato la messa all’intero della fabbrica e, prendendo spunto dalle scritture, ha sottolineato una frase di Gesù, riportata da San Paolo “E’ più bello dare che ricevere”

Nello scambio, nell’amore reciproco, nel sostegno ai più deboli si manifesta quella tenerezza del padre che Gesù ha testimoniato. Un atteggiamento che non manca agli operatori del Gruppo Tassano, che con fiducia, guardano al futuro lavorativo delle loro cooperative.

Potrebbero interessarti anche...