La diocesi festeggia Don Paolo Nicora

DIOCESI – Nel cuore della celebrazione del giorno di Pentecoste, il rito di ordinazione presbiterale di Don Paolo Nicora. 44enne, geologo, originario di San Salvatore di Cogorno, don Paolo ha portato così a compimento in cammino iniziato cinque anni fa in risposta ad una domanda.

Nel percorso di formazione al sacerdozio, tante le persone che hanno sostenuto e animato la vocazione di don Paolo. Tra le altre, in particolare, il giovane ricorda don Marcello Botto, suo parroco negli anni dell’infanzia e adolescenza, che lo ha iniziato alla vita cristiana. Il vescovo, prima di imporre le mani al neo sacerdote, ha invocato il dono dello spirito, per la chiesa e in particolare per don Paolo, perché possa essere consacrato e santificato. Abbiamo bisogno – ha detto Mons. Tanasini – che questa opera di Santificazione non sia semplicemente istituzionale.

“Certo Paolo come presbitero avrà nella Chiesa degli incarichi, dei ruoli, avrà delle potestà, dovrà esercitare il bene del popolo di dio, dovrà essere al servizio della santificazione dei fratelli, ma tutto questo potrà fare soltanto se vivrà la testimonianza interiore dello Spirito”.

Al termine della celebrazione, l’assemblea ha accolto con un grande applauso il neo presbitero, anticipando una festa, proseguita poi con i compagni di cammino, con i sacerdoti diocesani e con tanti amici presenti nei locali del seminario.

Potrebbero interessarti anche...