Festa patronale a San Michele di Pagana

RAPALLO – La festa del Santo titolare ha richiamato numerosi fedeli nella chiesa di S. Michele di Pagana. La Messa è stata presieduta dal Vescovo. All’inizio di settembre, lo ricordiamo, Mons. Tanasini ha nominato don Paolo Zanandreis amministratore parrocchiale. Da tempo, la comunità sta mettendo in pratica una delle linee emerse dall’assemblea sinodale di giugno: l’apertura.

Da una posizione privilegiata, abbraccia il golfo e le comunità: un’apertura fisica che la parrocchia di S. Michele di Pagana da qualche tempo sta riscoprendo come missione pastorale. Per la festa del titolare, il Vescovo ha proprio ricordato una delle linee guida dell’assemblea sinodale: la comunione fraterna come testimonianza del Vangelo.
L’invito ad aprirsi è un percorso che per i fedeli di S. Michele di Pagana è già iniziato con risultati che fanno sperare.
La messa è stata animata dal coro, formato da parrocchiani appassionati – una ventina – che negli ultimi mesi hanno messo il loro entusiasmo a disposizione della comunità. E poi ci sono i bimbi come Andrea che danno una mano a don Zanandreis. La chiesa intanto recupera l’antica luce: quest’anno sono state restaurate tre opere del Maragliano e una di Bernardo Castello. Lavori in corso per la pala d’altare del Grechetto, copia dell’Adorazione dei Pastori.

Al termine della Messa, la comunità si è ritrovata nel giardino sotto la chiesa.

Potrebbero interessarti anche...