Santa Maria Assunta in Nozarego


Parrocchia
Santa Maria Assunta in Nozarego
Indirizzo: Via Marinai d’Italia, 2 – , 16038 Santa Margherita Ligure (GE)
Tel: 0185.269337
 800px-Nozarego-IMG_0096
Note: 
La Parrocchia di Nozarego, fin dai tempi più antichi, era sotto la giurisdizione dell’Abate di San Fruttuoso di Capodimonte (vedi Ô Parrocchie della Diocesi di Chiavari : Portofino – note storiche), stabilita da Papa Innocenzo II nel 1130 e confermata da Papa Alessandro III nel 1164. L’8 marzo 1550 venne concessa in commenda da Papa Giulio III al Principe Andrea Doria (insieme con le Parrocchie di Corte e di Portofino) e ai suoi eredi ; il giuspatronato della famiglia Doria fu abolito con decreto della Sacra Congregazione del Concilio il 24 gennaio 1885 e la Parrocchia fu posta sotto la giurisdizione dell’Arcivescovo di Genova. Nel 1892 passò alla Diocesi di Chiavari. Prevostura dal 1919, Santuario di N.S. del Carmine dal 1° novembre 1947 ; il culto mariano sotto questo titolo data dalla fine del sec. XVI. 
Abbazia di San Girolamo della Cervara 
Nel territorio sorge l’Abbazia (Chiesa e Monastero) di San Girolamo della Cervara (de “Sylvaria”), fondata nel 1361 dall’Arcivescovo di Genova Guido Scetten (sepolto alla Cervara ; la sua tomba è stata riconosciuta durante i recenti restauri), poeta e letterato, compagno di studi e amico di Francesco Petrarca. Cenobio benedettino, ebbe nei secoli gloria e prosperità. Conosciuta da Santa Caterina da Siena, che ne parla nel suo epistolario. Soggetta dapprima all’Abate di San Fruttuoso, ebbe il titolo di Abbazia nel 1546 da Papa Paolo III. Fu visitata da Papa Urbano VI, Gregorio XI e Pio VII, da Francesco I Re di Francia, che vi fu condotto prigioniero di Carlo V dopo la battaglia di Pavia, dall’imperatore Massimiliano II, dalla Regina di Francia Maria de’ Medici, da Francesco Petrarca, che vi iniziò la composizione del suo “Africa”, e da Guglielmo Marconi. Dopo la Rivoluzione Francese, con l’avvento della Repubblica Ligure, l’Abbazia andò in rovina e il suo patrimonio artistico fu disperso (le reliquie e parte delle suppellettili furono riscattate dalle parrocchie vicine, soprattutto Portofino e Nozarego). Nel 1824 Carlo Alberto l’affidò al Seminario di Chiavari, che la tenne fino al 1859 ; successivamente passò ai Padri Somaschi fino al 1901 e poi ai Certosini di Mongerès e Montrieux, cacciati dalla Francia, fino al 1937, anno in cui fu ceduta a privati. Recentemente è stata accuratamente restaurata, ed è possibile visitarla su appuntamento concordato con la proprietà. Il Vescovo pro tempore di Chiavari ritiene l’Abbazia di San Girolamo della Cervara. 
 
Gli Incaricati
Sacerdote Alessandro Giosso Parroco (Can.526)